FANDOM


StoriaModifica

Le originiModifica

Matt Murdock è un giovanissimo studente un po' goffo e impacciato e preso in giro dai compagni, che vive a New York nel quartiere di Hell's Kitchen col padre Jack, un pugile onesto ma perdente. Sempre picchiato dai suoi coetanei e incapace di difendersi per non provocare un dispiacere al padre, che non vuole che Matt usi i pugni nella vita, vive la sua esistenza in modo disagiato. Un giorno Matt vede un cieco anziano che sta per essere investito da un camion. Con un atto di coraggio Matt lo salva, ma quel camion, che trasportava delle scorie radioattive, gli frena davanti e le scorie nocive cadono sul volto del giovane. Matt diventa cieco, ma si accorge ben presto che i suoi sensi rimanenti si sono sviluppati; primo fra tutti il suo "senso radar" che, basato sul suo udito finissimo, gli mostra il mondo che lo circonda in modo da sostituire la vista che ha perduto. Tornato alla vita di tutti i giorni, Matt viene allenato dal non vedente Stick, maestro di arti marziali bravo ma burbero. Matt impara da lui tutti i modi per difendersi malgrado la sua cecità. E Matt è contento di ciò perché può, segretamente, riprendersi qualche rivincita contro quei coetanei che prima lo picchiavano. E così conduce due vite parallele: studia e fa i doveri di un ragazzo che ha perso il dono della vista e, segretamente, quando suo padre non lo può sapere, si allena. Ma suo padre Jack, pugile famoso col nome di "Battlin'" Jack Murdock, è socio del manager Fixer che, controllandolo, fa un patto con lui: nel prossimo incontro deve perdere. Ma Jack, per non dare un dispiacere al figlio, vince quell'incontro truccato e paga con la vita il suo più grande gesto di onestà. Ucciso da Fixer e i suoi uomini, la polizia non trova i responsabili e Jack non ha avuto giustizia. Deciso a far giustizia, Matt si cuce un costume da Diavolo. Si fa giustizia in modo rapido e crudele. Matt adotta il nome di battaglia di Devil, che deriva dal nomignolo da lui tanto odiato che una volta i coetanei usavano per deriderlo: in italiano si perde il significato del gioco di parole, a causa dell'adattamento ibrido del nome (devil significa semplicemente diavolo in inglese), perché daredevil significa scavezzacollo, temerario, e infatti l'attributo del supereroe è "L'uomo senza paura" (The man without fear). Ora, quello che era una derisione, è il suo tratto distintivo. Matt continua i suoi studi e si laurea in giurisprudenza. Insieme all'amico Franklin Nelson, detto "Foggy", creano uno studio di avvocati denominato “Nelson & Murdock” e come segretaria c'è la bella Karen Page, di cui entrambi sono segretamente innamorati. Ma Matt non è solo un avvocato, perché di notte diventa Devil ed insegue quei criminali che sfuggono all'ordinaria giustizia.
497765-daredevil07 super

L'uomo senza paura.

Dalle origini al costume rossoModifica

Il personaggio è stato spesso e volentieri definito come "una copia dell'Uomo Ragno", ovvero l'"Uomo Ragno dei poveri". All'inizio fu considerato un personaggio di "serie B" e questo fin quando il suo costume giallo/rosso scuro con una lettera "D" sul petto (creato da Bill Everett) fu cambiato in rosso da Wally Wood (nel numero 7 di Daredevil, dove l'eroe ingaggia una lotta contro Namor). Nella prima edizione italiana il costume giallo e rosso non apparve mai, dato che fu ricolorato subito in rosso. Dopo alcuni numeri realizzati da John Romita Sr., prima del suo passaggio alle matite di Amazing Spider-Man, l'incarico dei disegni venne affidato a Gene Colan, che resta uno dei più apprezzati autori del personaggio. La sua versione di Devil è una delle più note.

Frank Miller e il "suo" DevilModifica

Nel 1979 entra a far parte del cast artistico del fumetto Daredevil il giovane Frank Miller, ambizioso fumettista capace di essere disegnatore e sceneggiatore allo stesso tempo. Dopo alcuni numeri di prova decide di scrivere lui le storie di questo fumetto e ne cambia subito il tono: da un fumetto di supereroi ad un noir di prim'ordine. Come prima cosa introduce il personaggio di Elektra Natchios, giovane e bella ninja greca, esperta di arti marziali e sai, ex-compagna di Matt Murdock all'università che ora torna nella vita di un eroe cresciuto per uccidere proprio l'alter ego del suo ex. Comandata da Kingpin, il losco signore di New York, originalmente nemico dell'Uomo Ragno, poi passato ad essere il più grande nemico di Devil, Elektra tenta di uccidere l'eroe più volte ma quando scopre che dietro la maschera del giustiziere si cela il suo ex abbandona. Cosi Kingpin chiama al suo servizio lo psicopatico assassino dalla mira infallibile Bullseye, altro supercriminale importantissimo nell'economia narrativa, che apparentemente uccide Elektra. Questa saga, denominata dai fan Elektra saga, è di grande rilievo per il personaggio e segna non solo il cambio di stile e genere del fumetto originale, ma anche un periodo di enorme successo dell'eroe.

Devil rinasce con MillerModifica

Nel 1986 Frank Miller torna con un'altra storia impegnativa e considerata forse la più bella di cui Devil sia stato protagonista. In coppia con il disegnatore David Mazzucchelli, che offre una prova convincente, Frank Miller crea la saga Rinascita (Born Again), dove Matt Murdock viene seriamente messo in crisi. Karen Page, sua ex-segretaria ed ex-ragazza, ora porno star tossicodipendente, vende il nome dell'identità segreta di Devil per una dose di eroina. Il nome finisce nelle mani del boss Kingpin e per Matt Murdock cominciano i guai. Perseguitato, lentamente impazzisce, senza più una casa (fatta esplodere dal boss) e ferito a morte, "rinasce" e si riprende quella vita che pian piano il boss gli aveva tolto. Il punto chiave della storia fu che Devil in costume appare pochissimo lasciando spazio al suo alter ego, Matt Murdock.

Le origini ri-narrate da MillerModifica

Miller ritorna successivamente, su Devil scrivendo la miniserie L'Uomo senza paura (Man Without Fear, ottobre 1993-febbraio 1994), in coppia col giovane disegnatore John Romita Jr.. In questa opera vengono narrate di nuovo le origini del personaggio in maniera molto più dark, violenta e cattiva di quanto avessero fatto Stan Lee e Bill Everett. Tutto ruota intorno a Matt, al suo incidente e a ciò che segue, circondato da tre figure importantissime: suo padre (Jack), il suo mentore (Stick) e il suo primo amore (Elektra). Nel fumetto appaiono anche Kingpin, Fixer e Foggy Nelson. Come in Rinascita, anche qui Matt appare per tutto il fumetto senza costume, e solo nelle ultime due pagine assistiamo alle immagini di un Devil rosso che salta dai palazzi sulla frase “Il costume è una buona idea. L'ho cucito io. Dio solo sa come mi sta”.

Gli anni novantaModifica

Gli anni novanta sono duri per i fan di Devil e per il personaggio stesso in quanto si susseguono spesso storie di qualità mediocre, non all'altezza dei periodi di Lee, Miller e di Ann Nocenti, a detta di tutta la critica specializzata. Ad esempio assistiamo all'abbandono di Matt della sua identità di Devil, perché la gente sa della sua identità segreta, finendo per inscenare la morte di Matt. Tornato, decide di riaprire il suo studio legale (che era stato chiuso) insieme all'amico Foggy, con l'aiuto di Rosilind Sharpe.

Il Diavolo custode entra nelle vostre viteModifica

La Marvel lancia sul mercato una nuova ed inedita coppia per Devil, Joe Quesada e Kevin Smith. Insieme elaborano la saga Diavolo Custode (Guardian Devil), pubblicata su Daredevil seconda serie, nei numeri da 1 a 8 (novembre 1998 - giugno 1999). Da notare che la serie fu fatta ripartire dal numero 1 proprio per rilanciare il "diavolo rosso", come viene anche definito il supereroe. Il ciclo di episodi è un'epopea che ci mostra Matt Murdock coinvolto in un complotto apparentemente orchestrato da entità e organizzazioni metafisiche. Deve difendere un bambino tacciato di essere o il "Nuovo Messia" o "L'anti Cristo". Karen Page è tornata a una vita normale e ha riallacciato la sua relazione con Matt Murdock. Nel difenderlo dalle mire di Bullseye, Karen muore uccisa tra le braccia del suo eterno amore Matt. Questo toccante momento della morte di Karen tra le braccia di Matt che ha indosso il costume di Devil è considerato dai fan uno dei più struggenti della storia del personaggio, che riecheggia palesemente la sequenza della morte, poi smentita, di Elektra delineata da Miller. In Diavolo custode compaiono anche Rosilind Sharpe, Foggy Nelson, Kingpin e un supercriminale come Mysterio. Ma sono presenti anche numerose guest star come l'Uomo Ragno, la Vedova Nera, il Dottor Strange e Mefisto.

Ciò che viene dopo la morteModifica

Dopo Diavolo Custode, alcuni dei migliori artisti hanno contribuito a continuare le avventure dell'eroe decaduto. Introducendo un nuovo personaggio come Maya Lopez (ad opera di David Mack), ragazza sorda innamorata di Matt ma manovrata da Kingpin. Ma cosa più straordinaria è che Matt si sposa con Milla Donovan, una ragazza anch'essa cieca, che quindi condivide una condizione essenziale con Matt Murdock e che ben presto verrà a conoscenza della sua doppia identità. Nel 2005 è stato chiamato anche David Lapham, un altro autore della scena indipendente come Mack, per scrivere e disegnare una miniserie su uno scontro fra Devil e Punisher. Il rapporto tra i due personaggi è sempre stato controverso ed ha generato spesso baruffe e violenti scontri tra i due personaggi, che non condividono lo stesso ideale di giustizia. Il nuovo autore di Devil chiamato a sostituire Bendis è Ed Brubaker, autore che si è fatto le ossa per la DC su Batman e serie Vertigo e Wildstorm come il premiatissimo Sleeper. A Devil è stata offerta la possibilità di entrare nel gruppo dei Nuovi Vendicatori ma ha rifiutato, confermando la sua fama di solitario. Dopo che Kingpin fu spodestato, fu Matt a diventare lo Zar del crimine, il suo primo ordine ai criminali fu di lasciare in pace Hell's Kitchen, ma alcuni mesi dopo Wilson Fisk torna e dice di avere le prove che Matt era Devil e che le avrebbe consegnate in cambio della sua scarcerazione. Matt venne arrestato e rinchiuso a Ryker's Island; durante la sua permanenza in prigione avvengono numerosi colpi di scena: un nuovo, misterioso Devil appare in città e Foggy Nelson viene assassinato, mentre Matt viene messo in isolamento.

Durante Civil WarModifica

Mentre Matt Murdock è in carcere, impazza la guerra civile tra i supereroi; il nuovo, misterioso Devil (che a sua insaputa non è altri che Danny Rand) si schiera contro l'Atto di registrazione, ma viene catturato ed imprigionato nella Zona Negativa. Matt, grazie al Punitore, scappa durante una rivolta carceraria e ritorna a New York scoprendo che il nuovo Devil è il suo amico Pugno d'acciaio, che lo impersonava nel tentativo di salvare la sua identità segreta. Dopo di che va in Europa alla ricerca di Alton Lennox, l'unico a sapere chi è il mandante dell'uccisione di Foggy, che scoprirà essere nientemeno che Vanessa Fisk, moglie di Kingpin. Nella storia La vita segreta di Foggy (nel numero 128 di Devil & Hulk ) si scopre che in realtà Foggy è vivo ma nascosto sotto copertura, in custodia dell'FBI sotto il programma di protezione testimoni. Matt Murdock torna così ad avere un'identità segreta, dichiarando di essere stato vittima di un complotto, riuscendo a depistare l'opinione pubblica; ha riabbracciato Foggy e l'amata Milla e continua ad agire di notte nei panni di Devil. I Nuovi Vendicatori gli chiedono una seconda volta di unirsi a loro, ma lui rifiuta nuovamente; il suo posto viene preso poi proprio da Pugno d'Acciaio. Ma la sua serenità non dura molto: Devil diventa la vittima di un complicato complotto organizzato da un suo vecchio nemico, Mister Fear alias Larry Craston, che tramite un potente veleno, droga Milla e Melvin Potter (l'ex supercriminale, ora pentito, chiamato Gladiatore) e li costringe a compiere degli omicidi di cui poi non ricordano nulla, scatenati da un panico provocato proprio dal veleno di Craston. Milla e Melvin vengono così arrestati; Matt cerca in tutti i modi di risalire a Fear, e quando finalmente vi riesce riesce a sconfiggerlo e a farlo arrestare, ma è il criminale a ridere per ultimo: sebbene scagioni Milla per l'omicidio commesso, confessando il suo coinvolgimento, rivela a Matt che non esiste antidoto per il veleno, avendo assassinato il chimico che l'ha inventato. Murdock vede così la moglie costretta ad essere ricoverata in un istituto psichiatrico, lasciandolo solo con i sensi di colpa per aver rovinato la vita a una donna la cui unica colpa è quella di essersi innamorata di Devil.

Il Ritorno del ReModifica

Devil è stato nuovamente preso di mira dalla Mano e dalla loro nuova sicaria, Lady Bullseye. Oltretutto, Matt Murdock ha tradito sua moglie andando a letto con l'amica detective Dakota North, dopo che questa è stata aggredita mentre aiutava Matt nel scagionare un suo cliente dall'accusa di omicidio. Dopo che Lady Bullseye ha colpito alcuni sui amici, come la Tigre Bianca, Tarantula Nera e Pugno d'Acciaio, nel confronto finale Devil scopre che questa vuole offrigli la guida della Mano. Devil ovviamente rifiuta; la setta di ninja, cosi, vola per la Spagna, dove si era ritirato Kingpin: per attirare l'ex zar del crimine nuovamente a New York, la donna e i suoi sicari uccidono la nuova famiglia che Wilson si era fatto, facendogli credere di averlo fatto per "conto" di Murdock. Kingpin, sorprendentemente, invece di attaccare il suo ex-nemico lo incontra nel cimitero dov'è sepolta sua madre e i due stringono un patto: distruggere la Mano. Grazie all'aiuto del maestro Itzo, un sensei cieco, Matt scopre che Fisk sta combuttando in gran segreto con la Mano, allo scopo di assumerne la leadership, dunque per far sì che l'ex zar del crimine non prenda le redini del clan di ninja, Murdock decide di accettare l'offerta precedentemente rifiutata, diventando il loro capo supremo a patto che essi espellano dalle loro fila Lady Bullseye e non abbiano mai più contatti con Wilson Fisk. Matthew Murdock, per proteggere i sui cari, allora sparisce da Hell's Kitchen, abbandonando l'identità di Devil e diventando il leader della Mano.

Dark Reign: La ListaModifica

Norman Osborn, venendo a sapere che Devil è il nuovo capo della Mano, lo inserisce nella sua Lista e gli manda contro Bullseye ed alcuni agenti dell'H.A.M.M.E.R.; Devil sta ancora affrontando delle prove per diventare capo e viene colto di sorpresa dell'attacco. Gli agenti vengono facilmente uccisi da Tigre Bianca, Tarantula Nera e dai ninja della Mano. Fuori, mentre Devil e Bullseye si affrontano, Lester fa crollare un palazzo pieno di persone con un esplosivo e riesce a scappare. Devil capisce che ormai Norman Osborn è diventato il capo assoluto del regno e decide di reagire. Ma Kingpin e Lady Bullseye hanno visto tutto.

ShadowlandModifica

Matt Murdock decide di dare una svolta alla sua guerra al crimine: fa costruire un enorme palazzo in stile giapponese chiamato Shadowland, una prigione per i criminali, al centro di Hell's Kitchen e cambia il suo costume, da rosso a nero, che simboleggia il cambio di atteggiamento nella sua lotta al crimine. Matt poi affronta in combattimento Bullseye (che ha abbandonato il ruolo del vendicatore Occhio di Falco ed è tornato al costume classico) e dopo avergli spezzato le braccia, sotto gli occhi increduli di Danny Rand e Luke Cage, lo uccide con un sai, proprio come fece lui con Elektra anni fa.

CuriositàModifica

Nell'universo Amalgam esiste una mercenaria cieca di nome Slade Murdock alias Dare, personaggio femminile nato dalla fusione di Devil col mercenario della DC Comics Deathstroke. Dare fa coppia con la ninja Catsai (Elektra più Catwoman) e il loro mortale nemico è Big Question (Kingpin più l'Enigmista, celebre nemico di Batman). Come molti degli eroi Marvel, Devil ha fatto la sua comparsa sulle testate Ultimate Marvel, sebbene non abbia una collana ad esso dedicata. La sua versione Ultimate, fatto abbastanza singolare, è del tutto simile a quella classica. Muore in Ultimatum, il suo corpo viene trovato da Spider-Man e da Ultimate Hulk. Nella realtà di House of M Matt Murdock non è Devil ma è un semplice avvocato che sembra avere una relazione con Jennifer Walters. In seguito sarà uno dei supereroi risvegliati da Layla Miller per combattere la casata di Magneto a ripristinare tutto com'era prima.

Scheda TecnicaModifica

Nome Matthew Michael Murdock, Daredevil

Origine Marvel Comics

Genere Maschio

Classificazione Umano, cieco, acrobata, artista marziale

Età Ignota

Poteri e Abilità Per compensare la sua cecità, gli altri quattro sensi sono notevolmente migliorati a livelli che superano di gran lunga ciò che gli esseri umani sono capaci di qualsiasi cosa nella vita reale. Ha anche un senso radar (che è un termine improprio, dato che funziona più come un sonar), nel senso che può tenere traccia degli oggetti che lo circondano tramite impulsi sonori. Ha anche una forte intuizione ed è addestrato in molteplici stili di arti marziali, è anche un ginnasta che lo aiuta a evitare gli attacchi con grande agilità, forza di volontà forte che può resistere alla suggestione ipnotica. Porta uno speciale bastone per ciechi (che può diventare un'arma pericolosa).

Debolezze Cieco, forti suoni o odori possono sopraffare i suoi sensi

Capacità Distruttiva Muro/Albero

Raggio d'Azione Diversi metri col suo rampino

Velocità Supersonico

Durabilità Può sopportare un sacco di danni, ma alla fine è comunque umano

Forza Sopra Massimo Umano

Resistenza Massimo Umano

Equipaggiamento Standard Uno speciale bastone per ciechi con un rampino all'interno fatto di cavi aerei di controllo con un gancio in acciaio, che è a molla. Si può anche dividere in due parti, un bastone per il combattimento corpo a corpo e gancio un'arma a lama.

Intelligenza Maestro di più arti marziali ed il sistema legale, essendo un avvocato di difesa penale nella sua identità civile

Attacchi / Tecniche Particolari

- Senso Radar: vedi Poteri e Abilità


Vittorie all'interno della Virtual ArenaModifica

-

Sconfitte all'interno della Virtual ArenaModifica

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale